Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca Centro / Corso Palestro

Brescia: Gianfranco in corso Palestro, vigili contro Del Bono

Il sindaco tacciato di ipocrisia: "Dice che la Loggia sarà una casa aperta, ma prima di criticare l'operato dei lavoratori della casa stessa, esca a confrontarsi con loro"

Gianfranco in corso Palestro

Continua a tener banco in città la storia di Gianfranco, il pensionato cacciato assieme ai suoi libri da corso Palestro.

Questa volta lo scontro è addirittura tra la Rsu della Polizia Locale e il primo cittadino Emilio Del Bono, bollato più o meno velatamente di ipocrisia dopo che lo stesso, in una conferenza stampa, si era detto pronto a dargli una mano dichiarando "che la Loggia sarà una casa aperta".

Scrivono le rappresentanze sindacali, a proposito dell'intervento che ha portato all'allontanamento dell'innocuo pensionato: "L'operazione è stata eseguita da due agenti che, dopo essere intervenuti numerose volte nei giorni precedenti, facendo notare al signore la mancanza di qualsivoglia permesso di occupazione del suolo pubblico, lo hanno invitato usando tutto il loro buonsenso ad allontanarsi perché non autorizzato. Solo all'ennesimo rifiuto hanno applicato il regolamento di Polizia Urbana".

"Ricordiamo che gli agenti di Polizia Locale - prosegue la nota - non hanno alcun potere discrezionale nell'applicazione del Regolamento e continueranno ad applicarlo, senza discriminazione alcuna, anche a tutela di tutti coloro che questa legge la rispettano".

Infine il duro attacco a Del Bono, le cui dichiarazioni sulla vicenda vengono definite "del tutto avventate e inopportune", invocando "maggior rispetto da pare della politica. Invitiamo il sig. sindaco, che dichiara pubblicamente che la Loggia sarà una casa aperta, a dar seguito a questo proposito e, prima di criticare l'operato dei lavoratori della casa stessa, ad uscire dalla Loggia e a confrontarsi con loro".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Brescia: Gianfranco in corso Palestro, vigili contro Del Bono

BresciaToday è in caricamento