menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto di repertorio

Foto di repertorio

Boom di furti in casa, ora la denuncia passa da Facebook

Boom di furti in abitazione, sul Garda e non solo: denunce e segnalazioni del popolo della rete anche su Facebook, per mettere in guardia i residenti. Sul lago quasi 2.000 iscritti tra Brescia e Verona

I dati diffusi dalla Questura di Brescia sul finire dello scorso anno ‘raccontavano’ di una situazione in controtendenza. I furti in appartamento sarebbero scesi sotto la soglia dei 30 al giorno: nel 2014 poco meno di 5000, ben 540 in meno rispetto all’anno precedente. Sarebbero aumentati in città (+6%) ma diminuiti in provincia, 11% in meno, ma con dati ben diversi da Comune a Comune.

Ma la statistica dei ‘meno reati’ in realtà non troverebbe riscontro con l’anno nuovo. In attesa dei dati ufficiali le segnalazioni si sprecano, e non solo sulle pagine della cronaca. Nell’epoca dei social network anche Facebook è diventato un ‘megafono’, con cui segnalare furti tentati o riusciti in casa e nelle abitazioni.

La zona più tartassata sembrerebbe quella del lago di Garda. Quasi 900 gli iscritti al gruppo ‘Furti e segnalazioni a Padenghe, Soiano, Desenzano e dintorni”, poco meno di 700 quelli di Peschiera, 540 quelli di Castelnuovo. Costantemente aggiornati: tra chi come Gabriele racconta di una signora dai capelli bianchi e un’auto grigia, che si spaccia come medico fiscale Inps, “e la cosa mi puzza un po’”.

O chi come invece scrive di “ladri avvistati a Rivoltella”, tra camper e auto sospette. Oppure di “diversi furti” avvenuti sabato sera a Padenghe, “in casa mia sapevano cosa e dove cercare”. . Di gruppi simili ce ne sono tantissimi, e in tutta la rete. Anche se tante segnalazioni – come in Bassa Bresciana, in Franciacorta o in Valsabbia – sono ormai ‘deviate’ nei gruppi dedicati ai singoli Comuni, come ‘Sei di Ghedi se..’ o ‘Sei di Gavardo se..’, dove si invita a diffidare di “fantomatici tecnici che telefonano in merito a problemi con il contatore del gas”.

Pure in città non mancano gruppi di ‘raccolta’ specifici. Hanno avuto un discreto successo – prima di essere progressivamente abbandonate – le pagine dedicate ai furti di biciclette, o ai furti nei parcheggi. Tra i tanti anche i furti delle targhe: “Al mio moroso – scrive Federica – in un parcheggio di Concesio gli hanno rubato tutte e due le targhe della macchina. Abbiamo denunciato ai Carabinieri ma non è servito a nulla. E in più abbiamo speso i soldi per reimmatricolare la macchina. Oltre al danno la beffa”. 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Barista decide di non chiudere più: già 20 multe per lui e i suoi clienti

Coronavirus

Festa abusiva tra le mura di casa: 4.400 euro di multa per 11 ragazzi

Coronavirus

Coronavirus: a Brescia 186 casi e 17 morti, i nuovi contagi Comune per Comune

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento