rotate-mobile
Cronaca Brescia 2

Anziana di 90 anni derubata al supermercato: la ladra è una 83enne

Per l'attempata cleptomane nessuna conseguenza, grazie alla riforma Cartabia

Veloce e lesta nonostante avesse quasi 80 anni, aveva infilato le mani nella borsa di una donna quasi 90enne per arraffare il portafoglio. Ad inchiodare la borseggiatrice erano state le telecamere del supermercato di Brescia Due, dove aveva colpito, senza preoccuparsi di celare il volto, nel 2017. Una faccia piuttosto nota alla polizia, che aveva svolto le indagini, dopo la denuncia presentata all'epoca dei fatti dalla vittima: pare infatti che l'attempata ladra avesse già messo a segno altri 5 furti con destrezza insieme al marito, deceduto di recente. 

A distanza di sei anni dall'episodio, la ladra, oggi 83enne, è finita in un'aula del tribunale di Brescia. Ma per lei non ci saranno conseguenze: a 'graziare' la donna non è stata l'età e nemmeno la diagnosi di cleptomania, un disturbo dal quale sarebbe affetta e che la porterebbe a rubare non per necessità ma perché spinta da un impulso irrefrenabile. Il giudice non ha potuto procedere per alcune novità introdotte dalla riforma della giustizia voluta dall'ex ministro Marta Cartabia.

Il furto con destrezza non è infatti più un reato procedibile d'ufficio: dal 31 dicembre 2022 serve una querela di parte. Denuncia che l'anziana vittima, nonostante fosse stata avvisata, non avrebbe formalizzato entro i termini prestabiliti. Così la 90enne, presente in aula, ha assisto alla sentenza di proscioglimento della ladra poco più giovane di lei.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Anziana di 90 anni derubata al supermercato: la ladra è una 83enne

BresciaToday è in caricamento