menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Furto d'olio per 18.000 euro al trasformatore A2A, due arresti

Sorpresi mentre rubavano del carburante dal trasformatore elettrico di A2A a San Polo, per un valore di circa 18.000 euro, sono stati arrestati la scorsa notte due ladri originari del Napoletano

Sono due cittadini italiani, entrambi napoletani, A.C. del 1968 e M.P. del 1977, gli autori del furto di olio dielettrico arrestati ieri dagli agenti delle Volante.

L’intervento dei militari è stato possibile grazie alla segnalazione di un addetto di A2A che, presente sul posto, ha segnalato che due soggetti stavano aspirando l’olio utilizzato come isolante per i trasformatori elettrici dall'impianto di via San Polo, utilizzando la pompa del loro autocarro con cisterna per il trasporto di merci pericolose.

I ladri, dopo essersi accorti dell’operatore dell’A2A, gli hanno speronato la macchina, per poi darsi alla fuga a bordo dell’autocarro.

L'uomo, senza paura, si è messo ad inseguirli,  segnalando gli spostamenti dei fuggitivi in tempo reale ai carabinieri.

Grazie alla preziosa collaborazione, gli agenti a bordo di due Volanti sono così riusciti a raggiungere i cittadini napoletani i quali, arrivati in via Labirinto, hanno abbandonato l’autocarro fuggendo tra i campi.

E' iniziato così un inseguimento a piedi che da via Labirinto ha portato fino in via Flero e poi tra i campi attigui alla tangenziale Sud, dove gli agenti sono riusciti finalmente a raggiungere i due ladri.

Ancora sporchi di sostanza oleosa, i due, stremati dalla corsa, non hanno opposto alcuna resistenza ai poliziotti. Uno dei due è stato inoltre trovato in possesso delle chiavi dell’autocarro, mezzo acquistato da una persona a lui sconosciuta e senza passaggio di proprietà.

All’interno della cisterna, è stato accertata la presenza di circa 6.500 litri di olio rubato, per un valore economico di circa 18.000 euro.


I due uomini, entrambi pregiudicati, sono stati arrestati per rapina in concorso e attentato a impianti di pubblica utilità.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

La Lombardia si avvicina alla zona arancione: c'è una data per sperare

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento