Cronaca Centro / Via San Faustino

Apre una gelateria, subito arrivano i ladri: furto da 3.000 euro

Spaccate notturne alla gelateria "Il Mandorlo", inaugurata due settimane fa, di via San Faustino e al ristorante Corte dei Mastri di via Porta Pile

Fabio Tagliani, proprietario della gelateria Il Mandorlo © Bresciatoday.it

Si fa prima a fare la conta di chi non ha subito furti, piuttosto che nominare i negozi violati e derubati. L'elenco delle vetrine frantumate e delle porte forzate nelle vie del centro storico di Brescia si allunga, infatti, notte dopo notte. Nonostante i blitz delle Forze dell'ordine, gli appelli del Sindaco a Polizia e Carabinieri e le promesse del Questore. “Li prenderemo”, aveva detto non più tardi della scorsa settimana Carmine Esposito. L'allarme resta e la rabbia dei commercianti cresce con il passare delle settimane.

I ladri non risparmiano nemmeno le nuove aperture. Fabio Tagliani ha inaugurato la sua gelateria “Il Mandorlo” l'otto maggio scorso e nella notte tra giovedì e venerdì ha già ricevuto la prima visita. Per entrare hanno spaccato la parte inferiore della porta laterale che da su uno dei vicoli che da via San Faustino portano al Carmine.  Poche centinaia di euro il danno per la rottura della porta, più cospicuo il bottino merceologico.

Gli autori della spaccata, infatti, si sono portati via, oltre agli spicci rimasti nella cassa, le buste con la granella per fare i gelati. Valore commerciale: 3000 euro. “Sono appena arrivato in città e mi hanno dato il benvenuto - è il commento amaro del titolare - .Io sono di Barbariga, dove si vive lasciando le porte aperte, qui mi sa che ci vuole il cappotto di ferro”.

Stessa sorte per il ristorante La Corte dei Mastri di via Porta Pile. Porta vetri mandata in frantumi, ma tasche vuote. Nel registratore di cassa non c'erano nemmeno le monetine.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Apre una gelateria, subito arrivano i ladri: furto da 3.000 euro

BresciaToday è in caricamento