Cronaca

Brescia è una città sicura: "Si sta meglio che nel resto d'Italia"

I dati sulla città di Brescia resi noti dal Forum italiano per la Sicurezza Urbana: meno rapine e meno lesioni volontarie, meno omicidi e meno violenze. Unico dato in controtendenza: i furti

Brescia è una città sicura: si sta meno peggio che nel resto d'Italia. Lo confermerebbero i dati del rapporto di ricerca realizzato dal Forum italiano per la Sicurezza Urbana, presentati in Loggia e pubblicati anche sulle pagine del Giornale di Brescia. Un report nazionale sullo stato di salute – dal punto di vista della sicurezza e della sua percezione – delle principali città italiane.

Lo studio prende in esame tutto quello che è successo dal 2007 al 2013, denunce per crimini e reati di vario tipo. Un primo dato: stabili gli scippi e le rapine, aumentano le violenze sessuali e sulle donne, oltre che aggressioni e lesioni personali. Ma nel suo complesso Brescia si 'salva': o comunque resta al di sotto della medie di altre città italiane.


Qualche esempio. Gli omicidi: la media italica è 1 omicidio ogni 100mila abitanti, a Brescia 'soltanto' 0,6. Napoli stacca tutti: 3 omicidi ogni 100mila abitanti. Gli altri reati: a Brescia 52 rapine rispetto alla media italiana di 71, meno lesioni volontarie e meno violenze sessuali. Nota dolente, i furti: 2565 denunce ogni 100mila abitanti, la media del Belpaese è di 2473.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Brescia è una città sicura: "Si sta meglio che nel resto d'Italia"

BresciaToday è in caricamento