menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Sequestrati dalla Forestale 500 animali protetti del valore di 200 mila euro

Gli animali, secondo gli agenti del Nucleo provinciale di polizia ambientale e forestale di Brescia, venivano detenuti in condizioni igienico sanitarie inadeguate. Alcuni di loro sono minacciati di estinzione

Cinquecento pappagalli rari, tartarughe e altri animali selvatici protetti dalla convenzione di Washington e minacciati di estinzione sono stati sequestrati dagli agenti del Nucleo provinciale di polizia ambientale e forestale di Brescia.

Gli animali, del valore di 200 mila euro, venivano detenuti in condizioni igienico sanitarie inadeguate ed erano privi della documentazione obbligatoria. A finire nei guai un commerciante ambulante bergamasco, indagato per maltrattamento, detenzione incompatibile e commercio di animali tutelati dalla Convenzione di Washington. Rischia fino a un anno di reclusione e 100 mila euro di multa.

Il Corpo forestale è arrivato all'uomo dopo un'attività investigativa coordinata dalla Procura di Brescia. Gli agenti hanno prima controllato il suo stand alla Fiera zootecnica di Montichiari (Brescia), poi, a Villa d'Almé (Bergamo), la struttura dove l'uomo teneva gli animali.

Le indagini della Forestale proseguono per scoprire le rotte commerciali che permettono l'ingresso illegale in Italia di grandi quantità di animali protetti.

(fonte: Ansa)
 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Quando ci si potrà spostare tra regioni: c'è una data per maggio 2021

Attualità

C'è chi spacca tutto, chi tenta il suicidio impiccandosi: "Qua dentro è una polveriera"

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento