Cronaca San Bartolomeo / Via Triumplina

Assalto agli avversari con spranghe e manganelli, arrestati ultras bresciani

Folle assalto a un'auto di tifosi foggiani, sabato sera in Via Triumplina: cinque ultras bresciani denunciati, altri due arrestati

Almeno cinque denunciati e altri due arrestati: è questo il bilancio del post-partita tra Brescia e Foggia, giocata sabato allo stadio Rigamonti. Non lontano dallo stadio, in Via Triumplina, si è consumato l'episodio di violenza più clamoroso: un gruppetto di circa sette ultras bresciani ha letteralmente preso di mira l'automobile di alcuni tifosi del Foggia, arrivati da Sesto San Giovanni.

Sono stati accerchiati dagli ultras del Brescia, che verranno poi tutti denunciati e due di loro anche arrestati: armati di manganelli  i tifosi bresciani hanno sfondato il lunotto e il parabrezza dell'auto, minacciando i foggiani a bordo. Una scena che non è sfuggita ai numerosi agenti di polizia che stavano pattugliando la zona.

Denunce e arresti

Gli ultras bresciani sono stati a loro volta accerchiati, fermati e accompagnati in Questura. Come detto per cinque di loro è scattata “solo” una denuncia, per altri due invece anche l'arresto: erano giàstati sottoposti al Daspo, il divieto di avvicinarsi allo stadio, violando così il decreto della polizia.

Sono tutti giovanissimi, tra i 20 e i 22 anni. Alcuni di loro sarebbero riusciti a scappare, facendo perdere (per ora) le loro tracce. Sono accusati di lesioni e danneggiamenti. Attimi di paura infinita per i tifosi del Foggia, rimasti in auto fino all'arrivo degli agenti. Sul posto è stata inviata anche un'ambulanza, per medicare i feriti.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Assalto agli avversari con spranghe e manganelli, arrestati ultras bresciani

BresciaToday è in caricamento