Firma per un lavoro, gli intestano una casa d'appuntamenti

Era convinto di aver firmato per un lavoro, ma in realtà due italiani di 74 e 37 anni gli hanno fatto sottoscrivere il contratto di affitto per un appartamento nel centro di Brescia, dove è stato scoperto un giro di prostituzione

Era convinto di aver firmato un contratto di lavoro. E invece, secondo quando ha scoperto la squadra mobile di Brescia, aveva sottoscritto il contratto di affitto di un appartamento del centro cittadino dove è stato scoperto un giro di prostituzione.

Qui uno dei poliziotti si è finto cliente ed è stato accolto da una brasiliana, che lo ha invitato a un rapporto sessuale in cambio di 150 euro. A truffare il marocchino alla ricerca disperata di un lavoro, due italiani di 74 e 37 anni, cui lo straniero si era rivolto in cerca di un aiuto.

I due italiani sono stati denunciati per favoreggiamento della prostituzione, falso ideologico in atto pubblico e truffa in concorso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lo schianto col tir, poi l'inferno: manager d'azienda muore carbonizzato nella sua auto

  • Brescia, morta Leontine Martin: era al vertice di un'azienda da mezzo miliardo di euro

  • Fine settimana in Franciacorta per Belen Rodriguez e Stefano De Martino

  • Maltempo, arriva forte peggioramento: pioggia e abbondanti nevicate

  • Triumplina 43: la maxi-piazza commerciale con negozi, supermercato e ristoranti

  • Auto sbatte contro il guard rail e si ribalta: morto un bambino, ferite due ragazzine

Torna su
BresciaToday è in caricamento