Cronaca Via Branze

Feste di laurea fuori controllo a Ingegneria: "Aule devastate e bidelli aggrediti"

Il racconto: “Una volta uno studente si è presentato in università con una motosega" (foto di repertorio)

BRESCIA. Festeggiamenti decisamente fuori controllo alla facoltà di Ingegneria. Stando al racconto di un dipendente dell’università, che ha chiesto l’anonimato, gli episodi di devastazione, le aggressioni e le scene ben poco edificanti sarebbero all’ordine del giorno durante i periodi delle lauree. Solo in pochi casi, però, finirebbero sulle pagine di cronaca, perché sulle vicende l’ateneo vorrebbe mantenere il massimo riserbo. Qualche problemino però ci deve essere stato: i festeggiamenti, adesso, pare che siano sorvegliati con guardie giurate, e la devastazione dell’aula bunker, di cui vi avevamo dato notizia la scorsa estate, sarebbe quindi solo uno dei  tanti episodi.

 "A quasi tutte le lauree eravamo costretti a chiamare la polizia - racconta il dipendente -. Negli anni ne ho viste di tutti i colori: dai muri tappezzati da foto pornografiche (quasi la norma, a dire il vero, ndr), ai petardi fatti esplodere nelle aule. Una volta uno studente si è persino presentato in università con una motosega".

"I bidelli e il personale che cercano di intervenire per fare rispettare le regole - continua - viene  insultato e spesso anche aggredito fisicamente. Per non parlare della quantità di alcol e di droga che gira in quelle giornate. Episodi che vengono insabbiati dai vertici universitari, anche perché spesso a compierli sono studenti ‘eccellenti’ e di buona famiglia. Da quando sono arrivate le guardie giurate la situazione è un po’ migliorata, ma è un servizio che all’università costa migliaia euro".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Feste di laurea fuori controllo a Ingegneria: "Aule devastate e bidelli aggrediti"

BresciaToday è in caricamento