rotate-mobile
Domenica, 19 Maggio 2024
Cronaca

Macellaio ucciso durante una rapina: l'evasione di uno dei banditi

E' stato raggiunto e arrestato dagli agenti della Polizia di Stato

Detenuto in fuga dal carcere raggiunto e arrestato al Parco Gallo: è successo nella tarda mattinata di giovedì. Il fuggitivo è il 32enne Anton Vlashi, di origini albanesi: attualmente si trovava in carcere a Bergamo, ma per qualche ora è stato trasferito a Brescia, al palazzo di giustizia, dove era atteso per una deposizione legata a un procedimento penale per maltrattamenti in famiglia, di cui è accusato.

E' arrivato in tribunale con le stampelle, e dunque senza le manette: terminata la deposizione, mentre stava per essere riaccompagnato a Bergamo, ha mollato le stampelle, è saltato sul tettuccio di un'auto parcheggiata e l'ha usata come "trampolino" per scavalcare il muro di cinta e scappare a piedi.

La banda della rapina di Pontoglio

La sua fuga è durata poco, molto poco: come detto è stato infatti rintracciato al Parco Gallo e subito arrestato dagli agenti della Polizia di Stato. Avrebbe dunque escogitato la fuga fingendo il malessere che l'avrebbe costretto all'utilizzo delle stampelle: niente di più falso, solo un becero tentativo di evasione, finito male. Imputato per maltrattamenti, Vlashi è in realtà un volto noto della giustizia italiana: faceva parte - anche se non partecipò direttamente alla rapina di Pontoglio finita nel sangue - della banda che nel 2014 uccise il macellaio Pietro Raccagni.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Macellaio ucciso durante una rapina: l'evasione di uno dei banditi

BresciaToday è in caricamento