Venerdì, 18 Giugno 2021
Cronaca

Brescia: maxi evasione, arrestati imprenditori edili della Bassa

Con un giro di false fatture e operazioni fittizie, sarebbero stati sottratti al fisco circa 15 milioni di euro

Una ventina di persone indagate e sei persone finite in carcere, tra cui imprenditori edili molto noti nella Bassa. E' questo il risultato di un'operazione della Guardia di Finanza di Brescia, che ha scoperto una maxi evasione fiscale attraverso fatture false e operazioni inesistenti per un valore di circa 15 milioni di euro.

Valcamonica: niente scontrino,
gli studenti chiamano la Finanza

La notizia degli arresti si è incominciata a diffondere nei paesi coinvolti - tra cui Orzinuovi, Castelcovati e Castrezzato - già nel fine settimana, poi la conferma nell’ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip Cesare Bonamartini, su richiesta del sostituto procuratore Claudia Moregola.

Per gli indagati, l'accusa è di associazione a delinquere finalizzata alla commissione di delitti di natura fiscale. Tra i vari sistemi utilizzati per frodare il fisco, anche la creazioni di società "cartiere", ovvero società costituite al solo scopo di emettere false fatture o registrare operazioni commerciali inesistenti.

Alcune di queste società, inoltre, erano intestatarie di contratti di lavoro di operai in realtà mai impiegati sui cantieri. Lo scopo, naturalmente, era quello di creare crediti d’imposta fasulli per incassare l'indennizzo degli oneri contributivi.

Secondo quanto si legge ancora nell’ordinanza, i reati sarebbero stati commessi principalmente tra il 2008 e il 2010.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Brescia: maxi evasione, arrestati imprenditori edili della Bassa

BresciaToday è in caricamento