Scoperta maxi evasione: 22 arresti, fatture false per mezzo miliardo di euro

Almeno 100 persone coinvolte e 22 gli arresti nell'ambito dell'operazione “Evasione continua” della Guardia di Finanza di Brescia

Foto d'archivio

Gli inquirenti l'hanno chiamata operazione “Evasione continua”, e già rende bene l'idea: da poche ore sono in corso di esecuzione le misure di custodia cautelare per 22 soggetti accusati a vario titolo di associazione per delinquere aggravata, finalizzata alla frode fiscale. Le indagini sono coordinate dalla Procura di Brescia, e affidate alla Guardia di Finanza in collaborazione con lo Scico di Roma, il Servizio centrale investigativo criminalità organizzata.

Ulteriori dettagli saranno resi noti nelle prossime ore. Ma in provincia di Brescia sarebbe stato scoperto e smantellato un vero e proprio “laboratorio” per l'evasione fiscale continuativa. In pochi mesi sarebbero state prodotto false fatture per circa mezzo miliardo di euro, con proventi illeciti nell'ordine di 80 milioni. 

I soldi sarebbero stati poi riciclati all'estero: dunque si indaga sul peso anche internazionale della vicenda. Come detto, sono 22 le persone per cui è stata emessa ordinanza di custodia cautelare, nella forma dell'arresto, al carcere o ai domiciliari. Sarebbero invece almeno un centinaio gli indagati. Si stimano sequestri patrimoniali per milioni di euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La nuova star della dieta? Un nutrizionista bresciano: "Ecco il mio metodo"

  • Tutta la Lombardia zona rossa fino al 27 novembre: poi cosa succede

  • Massimo Boldi: il negazionista Covid testimonial del nuovo spot di Regione Lombardia

  • Barista fa sesso con un imprenditore, resta incinta e perde il bimbo: "Dammi 60mila euro"

  • Covid: 10 morti e 256 positivi, i nuovi contagi Comune per Comune

  • Oggi conferenza Stato-Regioni: si spera per Brescia zona arancione

Torna su
BresciaToday è in caricamento