menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'Esselunga di via Milano

L'Esselunga di via Milano

Non fa pagare i prodotti: cassiera Essalunga indagata per truffa

Una donna del 1965, dipendente dell'Esselunga di via Milano, è indagata per truffa a seguito della denuncia della sorveglianza del supermercato. Avrebbe più volte evitato di registare la merce di alcuni clienti

Verso le quattro di ieri pomeriggio, gli agenti della Volante sono dovuti intervenire in via Milano a seguito della segnalazione di una presunta truffa al'Esselunga.

Una dipendente del supermercato, A. G. (nata ad Aversa nel 1965), secondo quanto riferito dalla coordinatrice del servizio di sorveglianza, avrebbe più volte omesso di far pagare della merce ad alcuni clienti.

In particolare, nella giornata di ieri,  verso le 15.30, una donna del 1958, dopo aver prelevato della merce dagli scaffali, si è recata alla cassa dove era in servizio A. G., la quale - con sguardi d’intesa - ha evitato di registrare molta merce, facendola così pagare solo in parte.

 Per la coordinatrice della sorveglianza, la cliente avrebbe pagato, come da scontrino, 33 euro, anziché 167: a tanto, infatti, ammontava il costo di tutti i prodotti prelevati.


A. G. e la cliente, B. L. (nata nel 1958 a Brescia e residente a Castel Mella), sono ora indagate in stato di libertà per il reato di truffa aggravata in concorso.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Coronavirus: il Comune bresciano che ha contagi da zona rossa

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento