Cronaca

Maneggia materiale esplosivo e fa scoppiare la casa: ustionato (e arrestato)

Il gesto non sembra avere alcun legame con gruppi terroristici

Foto d'archivio

E’ ricoverato in ospedale l’uomo che, nel cuore della notte di lunedì 14 giugno, è stato coinvolto nell'esplosione del suo appartamento al primo piano in via Ziziola a Brescia.

Dalle prime informazioni trapelate, sembrerebbe che, prima dello scoppio, l’uomo (un 38enne italiano) stesse maneggiando della polvere pirica. A indagare è la Procura di Brescia, che ha disposto l’arresto nei confronti dell’uomo con l’accusa di detenzione di materiale esplosivo.

Le indagini sono ancora in corso. L’uomo ha riportato diverse ustioni, non gravi, ed è stato trasferito in codice giallo alla Poliambulanza. Fortunatamente non si registrano altri feriti. L’appartamento risulta seriamente danneggiato. Sulla vicenda stanno indagando anche gli uomini della Digos, è esclusa l'ipotesi di legami con il terrorismo. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maneggia materiale esplosivo e fa scoppiare la casa: ustionato (e arrestato)

BresciaToday è in caricamento