Esine: soldi falsi al bar, in casa un tesoretto da 1.600 euro

Sono stati arrestati due giovanissimi rumeni, un ragazzo e una ragazza di poco più di 20 anni. Hanno pagato con 20 euro falsi al bar, in casa nascondevano un'ottantina di banconote, per quasi 1600 euro.

Nascondevano in casa quasi 1600 euro: soldi falsi, in banconote di piccolo taglio. E sono finiti in manette, i due giovanissimi: due ragazzi di origini rumene, lui di 20 anni e lei di 21. Traditi da una banconota falsa spesa al bar, e che ha fatto scattare le indagini.

A Esine, in Valcamonica. Due caffè al bar, pagati con 20 euro falsi. La barista se ne accorge quando i due si sono da poco allontanati, avvisa immediatamente i Carabinieri. Indagine lampo, il paese è piccolo, i due falsari sono volti noti.

I militari entrano in casa, nella frazione di Plemo. La perquisizione ha permesso di recuperare un vero ‘tesoretto’: un’ottantina di banconote, e tutte da 20 euro. Le indagini proseguono, per risalire alla rete che ‘smista’ i soldi falsi, dall’Est Europa.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La nuova star della dieta? Un nutrizionista bresciano: "Ecco il mio metodo"

  • Tutte le regioni zona gialla a dicembre, ma si va verso il divieto di spostamento

  • Tragedia in paese: giovane uomo si chiude in garage e si toglie la vita

  • Maestra positiva al Covid: "Dolori allucinanti, anche alla testa. Ho temuto d'essere morta"

  • Lago d'Iseo: le storie e i segreti dell'Isola di Loreto in onda su Italia Uno

  • Zona rossa: il ristorante rimane aperto a pranzo, ed è tutto a norma di legge

Torna su
BresciaToday è in caricamento