Spara a un uomo e prende in ostaggio l'ex moglie: succede, ma stavolta per finta

Alla Casa degli alpini di Via Nikolajewka la grande esercitazione dei carabinieri: prove pratiche di emergenza e pronto intervento

Folle di gelosia si presenta a tutto gas fuori dalla casa dell'ex moglie, lascia la macchina in mezzo alla strada con il motore acceso, esplode due colpi di pistola e ferisce un uomo, infine si chiude dentro, con la donna, che ora è diventata un ostaggio. Per neutralizzare il pericolo è necessario l'intervento dei carabinieri in forze: compresi i reparti speciali dell'Api, l'Aliquota pronto intervento, e del Gis, il Gruppo di intervento speciale.

Una situazione critica, ad altissimo rischio: per fortuna, almeno stavolta, è soltanto un'esercitazione. Andata in scena lunedì pomeriggio nella Casa degli Alpini di Via Nikolajewka a Brescia, in presenza appunto dei citati reparti speciali, di uomini e mezzi del comando provinciale di Brescia, coordinati dal colonnello Oreste Gargano e sotto gli occhi attenti dei comandanti provinciali e regionali, del questore Leopoldo Laricchia, del prefetto Attilio Visconti.

La pratica del pronto intervento

Una prova pratica per testare i tempi di reazione e di intervento, l'analisi in “diretta” di quanto sta succedendo – i carabinieri impegnati nell'esercitazione non sapevano a cosa sarebbero andati incontro – il supporto alle squadre di soccorso per i feriti, il faccia a faccia con il pericolo, in questo caso un uomo armato pronto a tutto pur di riavere l'ex moglie, le trattative per liberare l'ostaggio.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Come spesso accade nella realtà, anche questa esercitazione si conclude con una storia a lieto fine: la donna verrà liberata, l'uomo calmato, immobilizzato e portato via senza che possa fare del male a qualcun altro. Un'esperienza utile per uomini e donne dell'Arma, in vista dei futuri interventi. Dal vivo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Schiacciati da mutuo e prestiti, due figli a carico: cancellati debiti per 267mila euro

  • Niente norme anti-Covid, cuoco e pizzaiolo senza protezioni: chiuso ristorante

  • Crolla il balcone di un condominio: appartamenti inagibili, famiglie evacuate

  • Parrucchiere e cliente senza mascherina, salone chiuso dalla polizia

  • Si sente male in casa, sotto gli occhi della moglie: morto storico ristoratore

  • Si accascia sul divano e muore davanti al marito e ai figli: aveva solo 46 anni

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
BresciaToday è in caricamento