rotate-mobile
Domenica, 16 Giugno 2024
Cronaca

Chili di droga nei cespugli, in casa 65mila euro in contanti: arrestato

È accusato di traffico e detenzione di stupefacenti

Era finito nel mirino della polizia locale di Brescia alcuni mesi fa, mentre armeggiava con fare alquanto sospetto vicino all’argine del fiume Mella.  Quando l’uomo, un 40enne tunisino, si è allontanato, gli agenti hanno perlustrato la zona, scovando all’interno di alcuni cespugli ben tre chili di droga (due di eroina e uno di cocaina). E proprio da quello 'stupefacente' ritrovamento (risale allo scorso gennaio) erano scattate le indagini che hanno poi portato all’identificazione dello spacciatore: l’ingente quantitativo di droga nascosta e poi trovata lasciava presuppone che l’uomo (con alle spalle una condanna e un periodo trascorso in carcere) gestisse un traffico non da poco. 

Un’ipotesi confermata nella mattinata di ieri (mercoledì 17 maggio), quando gli agenti hanno bussato alla porta dell’abitazione di Torbole Casaglia del 40enne per notificare l’ordinanza di custodia cautelare emessa dal gip Andrea Guerriero. Perquisito durante l’arresto, l’uomo aveva addosso sette etti di eroina, già pronti per essere ceduti. Non solo: in casa aveva un tesoretto in contanti, ben 65 mila euro, che si era preoccupato - pare - di mettere al sicuro in un armadio. Un bel gruzzolo che per chi indaga sarebbe frutto dello spaccio. Il 40enne è finito in carcere e nelle prossime ore comparirà di nuovo davanti al giudice, questa volta per rispondere dei soldi e della droga scovati durante l’arresto di ieri. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Chili di droga nei cespugli, in casa 65mila euro in contanti: arrestato

BresciaToday è in caricamento