“Gli ho strappato il coltello di mano, l’ho colpito per difendere la mia ragazza”

Nuovo interrogatorio in carcere per Manuel Rossi, il 28enne di Zocco di Erbusco accusato, insieme alla fidanzata Giulia Taesi, dell'omicidio del tunisino Rihad Belkahla

Manuel Rossi e Giulia Taesi

BRESCIA. Manuel Rossi non cambia versione. Nel corso del nuovo interrogatorio ha sostanzialmente ribadito ciò che aveva già detto agli inquirenti nelle ore successive all'arresto per l'omicidio di Rihad Belkhala, ucciso con 81 coltellate (così ha stabilito l'autopsia) nella notte dello scorso 12 aprile. 

"Ho perso la testa: l'ho colpito per paura che potesse fare del male alla mia fidanzata”, ha riferito Manuel al pm Ambrogio Cassiani. Stando alla versione dei fatti resa dal 28enne di Zocco di Erbusco, il 48enne tunisino avrebbe estratto il coltello per minacciare Giulia, che era seduta al fianco della vittima all'interno dell'auto in cui è poi stato trovato il corpo. A quel punto Manuel sarebbe intervenuto per difendere la fidanzata, strappando il coltello dalle mani del tunisino per poi perdere la testa e colpirlo con 81 fendenti.

La coppia aveva con il tunisino un debito di mille euro per una partita di droga, per questa ragione i tre si erano dati appuntamenti nella strada di campagna dov'è avvenuto il delitto.  La versione resa dal 28enne proprietario del Jolly Bar non convince gli inquirenti - come molti dei conoscenti di Manuel - che nel corso dell'interrogatorio hanno cercato di capire se il tunisino e la coppia stessero cercando di unire le forze per lo spaccio di una partita di droga.

Un'ipotesi che Manuel ha negato con fermezza, come ha ribadito il suo legale: “Il mio assistito ha perso la testa, ha agito per paura e solo in un secondo momento si è reso conto di ciò che era successo”. 

Nei prossimi giorni sarà interrogata anche Giulia Taesi, che fornirà la propria versione dei fatti. A far luce sulla vicenda saranno i riscontri degli accertamenti irripetibili che i Ris di Parma effettueranno il 13 maggio sul coltello usato per il delitto e sui vestiti di Giulia Taesi. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Baci alla ragazza, finisce a processo: "Non sapevo avesse appena 12 anni"

  • Nipote 43enne muore dieci giorni dopo la zia: lavoravano nello stesso negozio

  • Malore al bar: si accascia a terra e muore sotto gli occhi di barista e clienti

  • Le lacrime per mamma Laura, stroncata da un tumore a soli 38 anni

  • Stroncata dalla malattia in poco tempo, mamma Michela muore a 43 anni

  • Ragazza trovata morta al parco: s'indaga per omicidio

Torna su
BresciaToday è in caricamento