Mercoledì, 16 Giugno 2021
Cronaca Via Cremona

Strage di Via Cremona: mamma Elena rinasce con la solidarietà

A più di un anno dalla tragedia di Via Cremona, cui aveva assistito di persona, la vita di Elena Morè è cambiata in tutto e per tutto. Dopo un'esperienza di volontariato in Brasile, la nuova voglia di lasciare Brescia e l'Italia

Elena Morè

Non è più la stessa vita, non potrai mai più essere come quella di prima. La tragica e commovente storia di Elena Morè, la mamma dei due bambini che nel maggio dell’anno scorso sono morti insieme al padre, quel Marco Turrini che si è buttato dal balcone di casa sua, in Via Cremona, dopo aver lanciato i due figli.

Ha provato a ricominciare, con la fatica del vivere che non la abbandonerà mai. Lavorava in pronto soccorso, su consiglio di amici ha staccato un po’. Ha provato a voltare pagina, a scappare almeno fisicamente dal ricordo indelebile di una tragedia inaspettata.

Lo scorso inverno, in Brasile. Ripensando a quel giorno, a quella mattina maledetta in cui lei era lì, era appena riuscita a divincolarsi dalle mani deliranti del marito, l’ha visto buttarsi giù con buona parte della sua vita.

Nel cuore del Sudamerica per stare con i bambini, ha collaborato per tre mesi con un’associazione che si occupa proprio di bambini in difficoltà. Forse quei sorrisi, quelle manine esili, un’ancora di salvezza che per una donna ancora giovane può significare davvero tanto.

Tornata in Italia, già pensa a ripartire. Per non pensarci troppo, forse per dimenticare. Con il cuore grande che la accompagnerà sempre, nella gioia e nel dolore.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Strage di Via Cremona: mamma Elena rinasce con la solidarietà

BresciaToday è in caricamento