Martedì, 22 Giugno 2021
Cronaca

Brescia: deve i soldi all’amico per la droga, 15enne si toglie la vita

La storia tragica di un ragazzo bresciano di 15 anni: centinaia di euro spesi in droga, un debito da saldare con il coetaneo spacciatore. Le minacce di dirlo ai genitori, la scelta estrema: il suicidio

Un debito di centinaia di euro, da saldare in tempi brevi. Soldi dovuti per la droga consumata, e un pusher coetaneo che in gergo non smetteva mai di “stargli addosso”. Paura e insicurezza, il contante proprio che non si trova: una situazione in bilico, che si conclude in tragedia. Il 15enne infatti si è tolto la vita.

E’ successo a Brescia. Un ragazzo che come tanti entra nel tunnel della droga: ha 15 anni, si fa vendere la ‘roba’ da un amico. Un debito che cresce, fino a diventare insostenibile: qualche centinaio di euro, per un ragazzino forse troppi soldi, chiuso nella solitudine e nella paura, tanto da non trovare il coraggio di chiedere aiuto, nemmeno ai genitori.

La richiesta del pusher che si fa sempre più pressante, e assillante. Tanto da minacciarlo apertamente: “Se non mi dai i soldi, lo dico ai tuoi”. Questa la scintilla scatenante, il punto di non ritorno. Senza volerlo, ha spinto il giovanissimo debitore a fare un passo più grande di lui, a togliersi la vita.

Il giovane spacciatore è stato arrestato: oltre all’accusa di estorsione dovrà rispondere del reato di morte come conseguenza di altro illecito. In attesa del processo, è ai domiciliari.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Brescia: deve i soldi all’amico per la droga, 15enne si toglie la vita

BresciaToday è in caricamento