Brescia: la accompagnano in ospedale, lei morde i poliziotti

Una giovane donna rumena accompagnata in ospedale dagli agenti di Polizia per un Trattamento Sanitario Obbligatorio: una volta arrivata al Civile di Brescia però morde la mano di un poliziotto

Un Trattamento Sanitario Obbligatorio più problematico del previsto, e che ha coinvolto una giovane donna rumena, di 35 anni, e due agenti della Polizia di Stato di Brescia.

La donna è stata ‘recuperata’ nella notte tra martedì e mercoledì, nella sua abitazione di Via Risorgimento. All’ennesimo sfogo fuori misura, per la 35enne è stato disposto, appunto, il TSO e il trasferimento in ospedale.

Arrivati in ospedale, la donna ha dato ancor di più in escandescenze. Al pronto soccorso del Civile di Brescia infatti è riuscita a divincolarsi, e con violenza ha morso un dito della mano di un poliziotto.

E’ stata poi calmata, e ricoverata. In attesa di una diagnosi precisa da parte del presidio ospedaliero.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Zone gialle, arancioni e rosse, cosa succede il 6 dicembre: c'è attesa per la Lombardia

  • Il dramma di Matteo, papà di due bambini: ucciso dalla malattia a 38 anni

  • Ubriaco, cerca di fermare le auto in transito: ragazzo travolto e ucciso

  • Ragazza di 13 anni scomparsa con l'amica, madre disperata: "Torna a casa amore mio"

  • Si compra la cocaina con i soldi delle multe: sospeso agente della Locale

  • Tragico incidente: Valeria Artini, promessa del volley, muore a 16 anni

Torna su
BresciaToday è in caricamento