Cronaca Centro / Via Naviglio Grande

Prende un coltello da cucina e ferisce il compagno: "Mi voleva strangolare"

La donna aveva lividi su gambe e braccia.

Si sono chiariti i contorni della lite, sfociata in una sanguinosa aggressione, avvenuta nella notte tra sabato 6 e domenica 7 luglio in via Naviglio Grande, a Brescia. Stando a quanto emerso, l’uomo di 33 anni sarebbe stato accoltellato all’addome dalla fidanzata. La donna è già stata interrogata dal magistrato: avrebbe spiegato di essersi difesa dal tentativo del compagno, che più volte l’avrebbe picchiata, di strangolarla. Nei suoi confronti è scattata una denuncia per lesioni aggravate dall’uso dell’arma.

I primi accertamenti fatti dai poliziotti intervenuti sembrano confermare le parole della donna: presentava lividi sulle gambe e sulle braccia. Il fidanzato sarebbe stato colpito all’addome con un coltello da cucina: è stato trasportato alla Poliambulanza di Brescia e sottoposto a un intervento chirurgico. Il 33enne ora è ricoverato in terapia intensiva. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Prende un coltello da cucina e ferisce il compagno: "Mi voleva strangolare"
BresciaToday è in caricamento