Domenica, 24 Ottobre 2021
Cronaca

Rezzato: è stato fatto brillare l'ordigno rinvenuto alla «Piccola»

Le operazioni di disinnesco della bomba d'aereo americana alla 'Piccola velocità' si sono concluse con successo. L'ordigno, dopo esser stato caricato su un camion, è stato fatto brillare alla cava 'Rezzola' di Rezzato

Alle 15.25 è stato fatto brillare alla cava 'Rezzola' di Rezzato l'ordigno bellico americano, trovato a novembre allo scalo merci ferroviario 'Piccola velocita'' di Brescia e lì trasportato nel primo pomeriggio. Interrato e coperto da sei metri di terra, l'ordigno è stato fatto brillare dagli artificieri del X Reggimento Genio Guastatori di Cremona con una carica di tritolo e plastico PE4.

La zona è stata fatta sgomberare nel raggio di 300 metri; proibito anche il sorvolo dell'area per tutta la durata delle operazioni. Se la bomba da 243 chili fosse esplosa in condizioni normali, ha fatto sapere il sottotenente Alessandro Butano, avrebbe potuto fare danni a persone e cose nel raggio di oltre un chilometro.


"Dopo essere stato sganciato da un aereo americano durante il secondo conflitto mondiale - ha spiegato il comandante del X Reggimento Genio Guastatori di Cremona, il colonnello Pierfrancesco Cacciagrano - l'ordigno non è esploso perché ha impattato contro una struttura, senza che la spoletta venisse toccata, facendo scattare l'innesco. Lo si capisce dall'ammaccatura che la bomba presentava sul retro".

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Rezzato: è stato fatto brillare l'ordigno rinvenuto alla «Piccola»

BresciaToday è in caricamento