Lunedì, 21 Giugno 2021
Cronaca Via Milano / Via Milano

Via Milano: verrà abbattuto il rifugio di migranti e senzatetto

Più volte sgomberato, il civico 140/b ospitava famiglie di migranti senza un posto dove andare, ma è stato anche sede di spaccio e magazzino di merce contraffatta. Ora la giunta Del Bono ha deciso di abbatterlo

Lo stabile di via Milano 140/b

L’immobile situato in via Milano 140/b a Brescia, ora oggetto di un’ordinanza di abbattimento, nel corso degli anni è stato al centro di numerosi interventi da parte degli uomini della Polizia locale. La situazione di degrado era costantemente segnalata anche dai cittadini, che assistevano al decadimento strutturale e ambientale dello stabile e, dopo diverse operazioni, si era arrivati allo sgombero totale disposto nel 2013.

LE FOTO DEL DEGRADO: gallery 1 - gallery 2

La cronologia degli interventi messi in campo nel corso degli ultimi dieci anni è molto complessa. Innumerevoli sopralluoghi, anche in collaborazione con altre forze dell’ordine, hanno portato al controllo e all’identificazione di oltre 200 persone che dimoravano abusivamente nei locali del fabbricato.

Divenuto ormai un ricettacolo di merce contraffatta, l’edificio negli anni è stato utilizzato anche come punto di spaccio e di stoccaggio di merce rubata. Le condizioni igienico-sanitarie erano, di fatto, incompatibili con le residenze. Accertamenti dell'Asl ne hanno certificato l’assoluta insalubrità, tenuto conto del collasso della rete fognaria e dei pericolosi allacci elettrici di fortuna realizzati dai residenti.

In occasione del sopralluogo che ha portato allo sgombero totale dell’immobile, si era dovuto provvedere anche alla sistemazione, a carico dell’amministrazione comunale, di famiglie con figli minori che non avevano altre collocazioni.

Anche in questi ultimi mesi, nonostante i numerosi interventi di chiusura di tutti gli accessi, si è constatato più volte che alcune persone  forzavano le barriere e penetravano all’interno per poter bivaccare. Poche settimane fa un incendio nei piani alti ha danneggiato ulteriormente la struttura, fortunatamente senza conseguenze per gli occupanti.

Dopo continui solleciti alle proprietà, che hanno parzialmente collaborato con gli Uffici Tecnici, e dopo avere intrapreso tutti gli iter burocratici, si è arrivati alla conclusione della vicenda con l’ordinanza di demolizione che si è rivelato "l’unico strumento - scrive in una nota l'amministrazione Del Bono - in grado di riconsegnare tranquillità a un tratto di via Milano che da anni subisce un degrado insostenibile".

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Via Milano: verrà abbattuto il rifugio di migranti e senzatetto

BresciaToday è in caricamento