Cronaca Centro / Corso Giuseppe Garibaldi

Degrado in pieno centro, la sporcizia dei 140 negozi sfitti

Gli agenti della Locale costretti a un controllo costante delle vetrine, spesso lasciate nell'abbandono più totale. Ma spetterebbe ai proprietari mantenerle in buone condizioni

I negozi sfitti in centro spesso diventano vetrine del degrado urbano, abbandonati all’incuria e alla sporcizia, sebbene i proprietari sarebbero tenuti a mantenerli in buone condizioni, in attesa della nuova destinazione commerciale, come previsto dall’articolo 11 del Regolamento di Polizia Urbana.

Visto che quasi mai avviene, la Locale, su mandato della giunta Del Bono, nei primi mesi del 2014 ha intensificato i controlli, riscontrando una decina di situazioni di evidente degrado nella zona del centro storico.

Secondo le stime più recenti, nell’area compresa tra le mura venete sono circa 140 i negozi chiusi.  I sopralluoghi sono stati suddivisi in tre ambiti territoriali - corso Garibaldi/Mameli, Carmine, corso Martiri della Libertà/ via F.lli Porcellaga - anche grazie ad alcune segnalazioni dei residenti.

REPORTAGE: TUTTE LE FOTO DEL DEGRADO

CORSO GARIBALDI - CORSO MAMELI
Le attività attualmente dismesse sono una ventina, per la maggior parte in discrete condizioni. In tre casi, però, sono emersi problemi di scarsa pulizia e accumulo di sporcizia nelle serrande.
Per un negozio di corso Garibaldi, uno di corso Mameli e una ex attività all’angolo Battaglie-Mameli, la Polizia Locale ha contattato la proprietà che si è resa disponibile alla pulizia, avvenuta dopo poco come verificato dagli agenti.

CARMINE
La ricognizione eseguita nel perimetro del quartiere ha evidenziato oltre 30 attività dismesse, ma solo in quattro casi la Locale ha ritenuto di intervenire sulle proprietà. Due delle situazioni di degrado erano in Contrada del Carmine, una in via Capriolo: i proprietari hanno provveduto alla pulizia. Nel quarto caso, all’angolo tra via Battaglie  e via Capriolo, dove c’è la sede dell’ex lavanderia che appartiene al complesso in cui è si trova l’ex albergo Capriolo, non è stato possibile contattare la proprietà visto che tutto l’immobile è sottoposto a provvedimento di espropriazione forzata.

CORSO MARTIRI - VIA PORCELLAGA
In questa zona sono state rilevate 10 attività dimesse, due delle quali in stato di degrado. Non è ancora stato possibile contattare i proprietari di una ex attività di Corso Martiri della Libertà, mentre all’angolo tra via F.lli Porcellaga e vicolo della Costanza è stata ripulita una parte interna di porticato con accesso destinato al pubblico passaggio.

Va sottolineato che il problema del degrado dei negozi sfitti, nonostante il costante monitoraggio degli agenti, tende a riproporsi. Essendo tutte le ex attività delimitate da serrande o griglie, è frequente che i passanti gettino all’interno rifiuti.  Inoltre, capita spesso anche che i distributori di volantini pubblicitari abbandonino pacchi di carta nelle serrande abbassate. Basterebbe dunque un po' più di senso civico per arginare il degrado. Ma, questa, è tutta un'altra storia.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Degrado in pieno centro, la sporcizia dei 140 negozi sfitti

BresciaToday è in caricamento