Martedì, 15 Giugno 2021
Cronaca Via Milano / Via Francesco Nullo

Caffaro, ASL: dimezzato il PCB presente nel sangue dei bresciani

Dal 2003 al 2013 un netto miglioramento, grazie soprattutto all'interruzione della catena alimentare nelle zone contaminate

La quantità di PCB presente nei sangue dei bresciani continua a diminuire.

A dirlo sono i dati dell'indagine condotta dall'Asl sull'esposizione di 614 residenti in cinque differenti aree inquinate dalla Caffaro, portata a termine grazie al contributo regionale.


In dieci anni i valori di PCB si sono dimezzati, merito in primo luogo dell'interruzione del consumo di alimenti, di cui hanno beneficiato soprattutto i giovani.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Caffaro, ASL: dimezzato il PCB presente nel sangue dei bresciani

BresciaToday è in caricamento