Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Vetrina abbattuta con un tombino, terzo colpo in tabaccheria: “Abbandonati in balia dei delinquenti”

Nuovo colpo alla tabaccheria Crystal Shop di Brescia: è il terzo nel giro di 10 mesi: il titolare costretto, di nuovo, a presidiare il negozio 24 ore su 24.

 

Un incubo che si ripete tristemente: Daniel Bargis, 32enne titolare del Crystal Shop, è di nuovo costretto a vivere (24 ore su 24) all’interno della sua tabaccheria situata in piazza monsignor Almici a Brescia. L’incessante presenza del giovane esercente, come del padre Gregorio, pare essere l’unico metodo funzionante per tenere alla larga i ladri. Nel giro di poco più di 10 mesi l’attività all’ombra dei grattacieli di Brescia Due ha infatti subito 3 colpi: due andati a segno, uno sventato proprio dal padre 70enne di Daniel. Svegliato di soprassalto da alcuni rumori in piena notte, si era alzato della brandina su cui stava riposando e aveva messo in fuga i banditi.

Era lo scorso gennaio. Ma i malviventi sono tornati, di nuovo, nella notte tra domenica 8 e lunedì’ 9 novembre. E questa volta all’interno della tabaccheria non c’erano né Daniel, né il padre Gregorio. I ladri hanno avuto la strada spianata: abbattuta la porta d’ingresso con un tombino, hanno arraffato quello che potevano: sigarette, per circa 2000 euro, e altra merce.

“Dopo aver passato quasi due mesi e mezzo a vigilare il nostro esercizio 24 ore sue 24, lo scorso marzo abbiamo ritenuto di poter tornare a dormine nelle nostre abitazioni. Abbiamo sostituito la porta e rinforzato il sistema di sorveglianza: ci sono tre allarmi, le telecamere, ma nulla sembra bastare e io non so più cosa fare", ci racconta Daniel.

"L’incubo ritorna e siamo nuovamente costretti a sorvegliare il nostro negozio anche di notte: non posso permettermi altri furti: da mesi sono praticamente sono senza clienti. Da quando mi hanno svuotato la prima volta la tabaccheria, lo scorso 22 dicembre, non ho più rifornito il negozio: ormai mi è rimasto poco o niente da vendere”.

Ma il Crystal Shop non è l’unica attività del quartiere a far gola ai ladri: “In questa zona la media è di un furto alla settimana: a metà ottobre hanno svuotato le cantine dei condomini che si affacciano sulla piazza, poi è stata la volta dei garage - spiega ancora il 32enne di Bagnolo Mella - malgrado le innumerevoli segnalazioni di privati cittadini e commercianti, ci lasciano da soli abbandonati a noi stessi, in balia di ogni genere di delinquente. I controlli di notte sono inesistenti e siamo esasperati: è troppo lusso chiedere che la zona venga sorvegliata in quanto a rischio?"

Potrebbe Interessarti

Torna su
BresciaToday è in caricamento