Si reca in banca, scopre di avere il conto in rosso e tenta la rapina: arrestato

Solo allo sportello ha scoperto che sul proprio conto corrente non c'era più denaro, così ha minacciato la cassiera per ottenere 8mila euro

Immagine di repertorio

Accecato dall'ira, ha estratto dal borsello un coltello e, minacciando la sportellista, si è fatto consegnare 8mila euro. Seppur improvvisata, è a tutti gli effetti una rapina quella che è andata in scena mercoledì nella filiale della Banca Popolare di Puglia e Basilicata di via Crotte, a Brescia. 

I fatti. Un correntista di 49 anni si è recato nella filiale per verificare la propria situazione e, una volta allo sportello, ha scoperto che il proprio conto era in rosso. Alterato dalla notizia, ha pensato bene di porre rimedio immediatamente: ha aperto il borsello ed ha estratto un coltello che era passato indenne nella porta automatica di accesso alla filiale. Minacciando la cassiera, si è fatto consegnare 8mila euro ed ha lasciato la banca a piedi. 

Lanciato immediatamente l'allarme, sulle sue tracce si sono messi i carabinieri della caserma di Sant'Eustacchio. Grazie alla descrizione del rapinatore, i militari l'hanno individuato, ed arrestato, a poca distanza dalla banca, in via Don Vender. Reo confesso, il rapinatore è in carcere; il suo arresto è già stato convalidato dal gip. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Lastre di cemento sfondano la cabina del tir: strada chiusa e caos traffico

  • Addio Elisabetta, una lunga lotta contro il cancro: "Sei stata un esempio per tutti"

  • Scende dal bus e attraversa la strada: ragazzino travolto sotto gli occhi degli amici

  • Tragico incidente mentre torna a casa dal lavoro: muore padre di famiglia

  • Malore al volante, si schianta nel campo e muore: a bordo dell'auto anche moglie e amici

  • Cade dalla bicicletta e cerca di aiutarlo: il cane gli strappa via il naso

Torna su
BresciaToday è in caricamento