Brescia città criminale? Sempre meno furti, ma aumentano scippi e rapine

Brescia è la quarta città lombarda per numero di denunce per numero di abitanti: aumentano scippi e rapine, in città e provincia sempre meno furti. E il Governo lavora ad un progetto di inasprimento delle pene

Brescia è la quarta città più 'criminalizzata' della Lombardia. Non per il numero complessivo dei reati, ma per la sua proporzione: poco più di 1000 denunce ogni 100.000 abitanti, dietro a Milano, Pavia e Monza. E potrebbero essere anche di più. Questo quanto emerge dalla ‘conta’ dei reati della stagione in corso in base alle denunce arrivate alle forze dell’ordine, confrontati con quelli del 2014 in un’inchiesta pubblicata su BresciaOggi.

Numericamente parlando, diminuiscono i furti ma aumento gli scippi e le rapine, le azioni criminose quindi a contatto diretto. Nel 2014 i furti erano 19159, nel 2015 ‘solo’ 18268, quasi 1000 in meno: gli scippi denunciati sono invece 159 – un anno fa erano 152 – e le rapine addirittura 423, contro le 364 del 2014.

Numeri che nel Belpaese sono ovviamente moltiplicati: 700 furti in casa al giorno, 300 tra botteghe e supermercati, 500 auto rubate. Ecco perché il Governo lavora sul tema dell’inasprimento delle pene, anche per i ‘piccoli’ reati. Ma allo stesso tempo si ragiona su un altro problema, il sovraffollamento delle carceri.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • La nuova star della dieta? Un nutrizionista bresciano: "Ecco il mio metodo"

  • Tutte le regioni zona gialla a dicembre, ma si va verso il divieto di spostamento

  • Tragedia in paese: giovane uomo si chiude in garage e si toglie la vita

  • Massimo Boldi: il negazionista Covid testimonial del nuovo spot di Regione Lombardia

  • Maestra positiva al Covid: "Dolori allucinanti, anche alla testa. Ho temuto d'essere morta"

  • Zona rossa: il ristorante rimane aperto a pranzo, ed è tutto a norma di legge

Torna su
BresciaToday è in caricamento