Cronaca Urago Mella / Via Giovanni Battista Zuaboni

Strage Cottarelli: Dino Grusovin arrestato in Svizzera

E' accusato di aver partecipato al massacro all'interno della villetta di via Zuaboni, dove Angelo Cottarelli, la moglie e il figlio furono uccisi a colpi di pistola e poi sgozzati

La villetta della strage

L'uomo arrestato giovedì sera in Svizzera per la strage della famiglia Cottarelli è Dino Grusovin, 58 anni. E' accusato di triplice omicidio, crimine avvenuto in una villetta nel quartiere di Urago Mella, alla periferia di Brescia, il 28 agosto 2006.

E' stato bloccato dalla polizia cantonale ticinese, in collaborazione con i carabinieri di Clusone (Bergamo). Grusovin era latitante dalla condanna in contumacia in primo grado del 18 ottobre scorso, quando la Corte d'Appello di Brescia lo condannò a 20 anni di carcere.

Faccendiere di origini triestine, aveva contribuito a far condannare all'ergastolo i cugini Vito e Salvatore Marino, originari di Trapani, come responsabili della strage. I cugini furono giudicati gli autori materiali del massacro.


Grusovin confessò di essere entrato in quella casa con loro, ma di non aver partecipato al massacro. Poi fece perdere le proprie tracce. Nessuna sua notizia anche dopo la condanna a 20 anni in Corte d'Assise d'Appello dello scorso ottobre. Fino all'arresto, ieri, in Svizzera.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Strage Cottarelli: Dino Grusovin arrestato in Svizzera

BresciaToday è in caricamento