Al via la pedonalizzazione di corso Mameli e piazza Paolo VI

Iniziano oggi i provvedimenti della giunta comunale di centrodestra per il riassetto della viabilità. Un provvedimento positivo per il centro storico, anche se non mancano critiche e oppositori.

Al via da oggi la pedonalizzazione di corso Mameli e di metà piazza Paolo VI. Un provvedimento positivo per rendere il centro storico più vivibile e a misura d'uomo, ma non mancano le critiche e gli oppositori agli altri provvedimenti che accompagneranno il progetto per il riassetto della viabilità dell'attuale giunta. Innanzitutto, bisogna ricordare che piazza Duomo era già stata chiusa dalla giunta Corsini e poi riaperta dall'amministrazione di centrodestra. Quindi la scelta attuale è un po' un'ammissione di un errore, un tornare sui propri passi.

Le altre critiche riguardano l'assenza di un piano di rilancio del trasporto pubblico. Si sostiene che la logica che accompagna le scelte della giunta Paroli sia semplicemente: avvicinarsi il più possibile con la macchina al centro, per poi muoversi a piedi nel centro storico. Il problema della mobilità cittadina non viene affrontato, e rimane ancora aperta la questione traffico automobilistico che, molto probabilmente, non vedrà una felice soluzione finché non sarà completata la metropolitana. La decisione della costruzione di un parcheggio sotto il castello – sostiene poi l'opposizione – non sarà certo un incentivo a spostarsi in città con mezzi meno inquinanti e rumorosi del caro vecchio motore a scoppio.

Per muoverti con i mezzi pubblici nella città di Brescia usa la nostra Partner App gratuita !

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Manifestazione Io Apro: il 15 gennaio ristoranti aperti contro la nuova stretta

  • Lombardia zona rossa dal 17 gennaio, le regole: cosa si può fare e cosa no

  • Orrore in famiglia: guarda video porno e fa sesso con la sorellina di 14 anni

  • Cerca di stuprarla nei campi, lei lo morde alla lingua e riesce a scappare

  • Iveco parlerà cinese? Offerta miliardaria per lo storico marchio, Brescia trema

  • Una tragedia immensa: il piccolo Alberto ucciso da un tumore a soli 5 anni

Torna su
BresciaToday è in caricamento