Cronaca

Emergenza coronavirus, secondo caso nel Bresciano: una donna ricoverata al civile

La paziente non sarebbe in gravi condizioni

Civile di Brescia: persone con mascherine protettive © Bresciatoday.it

Una donna bresciana, ricoverata al Civile di Brescia, è risultata positiva ai test per verificare il contagio da coronavirus. È il secondo caso che si registra nella nostra provincia, mentre a livello regionale sono oltre 200 le persone infette. Di queste, come ha sottolineato l'assessore regionale al Welfare Giulio Gallera, solo 21 sono in condizioni critiche e quindi ricoverate in terapia intensiva. La maggior parte di coloro che hanno contratto il virus (il 55%) non manifesta gravi sintomi e sta affrontando l'emergenza a casa, in isolamento volontario.

La paziente non sarebbe grave, così come il 51enne di Pontevico, inizialmente ricoverato al pronto soccorso di Manerbio, e poi trasferito nel nosocomio cittadino nella giornata di lunedì. Le autorità sanitarie stanno ricostruendo gli spostamenti dell'uomo, che lavora in una cooperativa che offre servizi di assistenza ai ragazzi con disabilità. Tutti i pazienti e gli operatori della cooperativa, e i relativi familiari, sono stati messi in quarantena per evitare ulteriori contagi. 

Il 51enne avrebbe avuto contatti nella “zona rossa”, dunque in uno degli undici paesi del Lodigiano dove si è registrato il primo e più importante focolaio. Sono già state sottoposte al tampone le persone con cui l'uomo e la donna avrebbero avuto contatti diretti e prolungati.

In totale sono 5 le persone positive al virus Covid -19 ricoverate nel reparto infettivi del Civile: oltre ai due bresciani ci sono tre pazienti provenienti dalla provincia di Cremona.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Emergenza coronavirus, secondo caso nel Bresciano: una donna ricoverata al civile

BresciaToday è in caricamento