Lunedì, 27 Settembre 2021
Cronaca

Controlli antiterrorismo: la metà degli autisti fermati a Brescia ha precedenti con la legge

Massiccia campagna di controlli anche in città: i numeri delle irregolarità sono impressionanti.

Dopo l’ultimo, sanguinoso attentato terroristico di Barcellona, la Polizia ha effettuato in tutta Italia una campagna di controlli chiamata "Ultimo Miglio". In prossimità dei centri storici tra il 28 ed il 30 agosto sono stati controllati complessivamente 27.043 furgoni. Anche a Brescia e provincia l'attività di controllo antiterrorismo è stata mirata in questo senso: camion, mezzi pesanti e furgoni sono stati passati al setaccio. 

A livello nazionale sono state arrestate 24 persone, 114 sono state denunciate, 157 mezzi sono stati sequestrati, e ben 1.240 sono state le contravvenzioni staccate. L'attività, realizzata d’intesa con la Direzione Centrale della Polizia di Prevenzione, ha visto coinvolti i Reparti Prevenzione Crimine, le volanti delle Questure e dei Commissariati di Polizia. 
 
A Brescia i numeri sono in linea con il resto della Penisola. I controlli sono stati effettuati su camion, furgoni e mezzi dei corrieri espressi soprattutto in ingresso della città e nei pressi del centro. 90 i mezzi fermati, 233 le persone identificate, 97 italiane e 136 straniere. Tra gli autisti stranieri quasi la totalità, 128 su 136, ha precedenti di polizia; in un caso è scattato l’arresto per trasporto di stupefacenti. Quattro gli stranieri denunciati perché irregolari sul territorio. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Controlli antiterrorismo: la metà degli autisti fermati a Brescia ha precedenti con la legge

BresciaToday è in caricamento