Cronaca San Bartolomeo / Via Triumplina, 203

Clienti infuriati col gruppo Cobra: «Auto pagate e mai consegnate»

Decine i clienti imbufaliti con il gruppo Cobra che solo a Brescia gestisce diverse concessionarie, tra cui quella Opel di Via Triumplina. Da chi ha cominciato a pagare una macchina mai arrivata a chi invece ha avuto grane con l'assicurazione

La concessionaria 'Car Network' di Via Triumplina

Tiene banco a Brescia la vicenda che vede ‘scontrarsi’ le concessionarie legate al gruppo Cobra AMC (con sede legale a San Zeno Naviglio) e i tanti clienti insoddisfatti che, in un modo o nell’altro, si sentono se non beffati perlomeno trattati male. Lo spettrografo delle segnalazioni è infatti molto vario, e si lega direttamente alla crisi aziendale che da tempo perseguita il gruppo: una crisi ovviamente sintomatica e di cui oltre ai clienti hanno già pagato anche i lavoratori, oltre un centinaio i licenziati negli ultimi due anni.

Brescia: il caso Cobra-Zampedri
arriva in Procura

C’è chi lamenta un mancato di passaggio di proprietà, con l’automobile ancora intestata alla ditta e tutte le conseguenze del caso, vedi anche assicurazione che non rinnova la polizza. O chi invece ha cominciato a pagare le rate della macchina senza che questa in realtà sia mai stata consegnata. Ancora, ci sono anche quelli che hanno denunciato ai Carabinieri anomalie di attivazione dei finanziamenti, di moduli fantasma, di accordi mai presi. Insomma, se non è puzza di bruciato intanto l’acqua ha già cominciato a bollire.

Molti i clienti imbufaliti, che attendono ancora risposte precise dal gruppo che, solo a Brescia città, controllava diverse concessionarie tra cui Opel, Fiat o Land Rover. In particolare i problemi insoluti deriverebbero dal marchio tedesco Opel, e quindi anche dalla concessionaria di Via Triumplina.

Le indiscrezioni si sono accavallate, come di consueto. Tra le tante anche quella decisiva: il gruppo Cobra non è più autorizzato a vendere prodotti marchiati Opel. Paradosso all’occidentale, le automobili si possono guardare e pure toccare, ma non comprare: meglio starci attenti. In attesa di chi beffato al momento lo è stato, e già suggerisce una sorta di class action.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Clienti infuriati col gruppo Cobra: «Auto pagate e mai consegnate»

BresciaToday è in caricamento