Blitz antimafia, sotto sequestro anche un ristorante bresciano

La Polizia di Stato sequestra beni per quattro milioni e mezzo alla cosca dei Bellocco di Rosarno: tra questi anche un ristorante pizzeria di Cologne, la New Orchidea

Foto d'archivio

Da Rosarno a Cologne, e più volte andata e ritorno. Il viaggio della ‘ndrangheta ormai ben ‘piazzata’ anche in provincia di Brescia, con strascichi diffusi anche sulle imprese bresciane.

L’ennesima conferma nel corso delle indagini dell’inchiesta ‘Blue Call’, avviata nel 2012 e che ha portato all’arresto di 23 persone con l’accusa di associazione a delinquere di stampo mafioso, riciclaggio, rapine ed estorsioni, frode fiscale.

Tra le ‘controllate’ della cosca Bellosco di Rosarno anche un locale di Cologne, la New Orchidea: un ristorante pizzeria di Via Roma. Solo una piccola parte del patrimonio ora confiscato alla nota famiglia mafiosa, quantificato in quattro milioni e mezzo di euro: imprese e immobili, conti correnti e auto di lusso.

Un impero radicato non solo in Calabria ma appunto anche in Lombardia, e poi in Emilia Romagna, perfino in Svizzera. L’inchiesta intanto prosegue, potrebbe non essere finita qui.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Tragedia in paese: giovane uomo si chiude in garage e si toglie la vita

  • Maestra positiva al Covid: "Dolori allucinanti, anche alla testa. Ho temuto d'essere morta"

  • Lago d'Iseo: le storie e i segreti dell'Isola di Loreto in onda su Italia Uno

  • Giovane mamma uccisa dal cancro: lascia nel dolore marito e due figli

  • Ubriaco, cerca di fermare le auto in transito: ragazzo travolto e ucciso

  • Positivo al Covid e dimesso: "L'ospedale mi ha detto di tornare a casa in autobus"

Torna su
BresciaToday è in caricamento