menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto d'archivio

Foto d'archivio

In bici contromano, in tasca nove dosi di cocaina: arrestato. Trovati i telefoni con i numeri dei clienti

Nei guai un 41enne senegalese, fermato dalla polizia locale nel centro di Brescia: addosso aveva oltre cinque grammi di cocaina

Lo tenevano d'occhio da tempo, per questa ragione quando lo hanno visto sfrecciare, lo scorso mercoledì, in contromano nelle strade del Carmine lo hanno seguito con molta attenzione. L'uomo - un 41enne senegalese ben noto alla polizia locale di Brescia - stava correndo per non arrivare in ritardo all'appuntamento con un suo cliente. I due si sono incontrati in via Calatafimi: dopo aver scambiato due chiacchiere, si sono spostati in via Capriolo. A quel punto il giovane cliente italiano ha consegnato al senegalese alcune banconote, ricevendo in cambio un paio di piccoli sacchetti di plastica che ha poi nascosto nel suo portafogli.

Le loro strade si sono poi divise, ma gli agenti hanno seguito entrambi. Addosso all’italiano, che stava proseguendo verso via San Faustino, sono state trovate due confezioni contenenti circa 400 milligrammi di cocaina.  Mentre il quarantunenne aveva con sé ben nove sacchetti di cocaina per un peso totale di cinque grammi e mezzo: sono quindi scattate le manette.

Non è la prima volta: il 41enne era già stato arrestato dagli agenti il 13 luglio 2017 per spaccio e detenzione di cocaina e marijuana e, per questo motivo, da circa una settimana una pattuglia stava controllando i suoi spostamenti in città. Nelle mani degli agenti anche i cellulari utilizzati per ricevere gli ordini e fissare gli appuntamenti per le consegne di droga.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Coronavirus

Imprenditore bresciano stroncato dal Covid: lascia quattro figli

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento