Cronaca Brescia 2 / Via Rodi

Troppo cloro: trenta persone intossicate, piscina evacuata

Lievi problemi respiratori per i bagnanti che sabato pomeriggio si trovavano all'interno della struttura di via Rodi a Brescia. L'impianto è stato chiuso per gli accertamenti del caso

La piscina di via Rodi

Attimi di panico, sabato pomeriggio, alla piscina Lamarmora di via Rodi a Brescia. Tutti i nuotatori che si trovavano nella vasca degli atleti sono usciti dall'acqua lamentando forti bruciori agli occhi e alla gola e difficoltà respiratorie. In tutto si tratterebbe di una trentina di ragazzi, tra i 12 e i 18 anni: sono stati visitati dai sanitari del 118, giunti sul posto a bordo di diverse ambulanze, ma solo per una di loro - che soffre di problemi d'asma-  si è reso necessario il ricovero, a scopo precauzionale, in ospedale (alla Poliambulanza) per alcuni accertamenti. 

Nulla di grave per fortuna. Ma il forte odore di disinfettante che ha invaso l'ambiente ha reso necessario evacuare la piscina che è poi stata chiusa - ma dovrebbe riaprire nella giornata di domenica-  per permettere ai Vigili del Fuoco e ai tecnici dell'Ats e dell'Arpa di effettuare tutte le analisi del caso.

Da chiarire la causa del problema in piscina, al momento non è chiaro se il fatto sia dovuto a un errore nella miscelazione nei prodotti utilizzati per tenere disinfettata l'acqua e a un guasto dell’impianto di areazione. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Troppo cloro: trenta persone intossicate, piscina evacuata

BresciaToday è in caricamento