Cronaca

Criminalità: Brescia 20esima tra le città più insicure d'Italia

Con 4.987 reati denunciati ogni 100.000 abitanti nel 2011, la nostra città si piazza in ventesima posizione. Meglio di Brescia anche Catania e Palermo. I reati, tuttavia, sono diminuiti dello 0,4% rispetto al 2010

Secondo i dati resi noti dal ministero dell'Interno riguardanti i reati commessi nel Belpaese nell'arco del 2011, la provincia di Brescia - considerando l'incidenza dei reati denunciati in rapporto alla popolazione (ogni 100mila abitanti) - si piazza in ventesima a quota 4.987.

Complessivamente, i reati commessi sul nostro territorio lo scorso anno sono stati 62.637.

In Italia, nel 2010 i reati sono aumentati del 5,4%: il totale dei delitti ha superato quota due milioni 760mila. L'incremento si può in parte spiegare con la crisi economica. Infatti, sono stati i reati predatori a manifestare l'aumento più consistente.

Capitale del malaffare è Milano, con 7.360 reati denunciati ogni 100.000 abitanti, mentre la città "più sicura" è Oristano, con 3.615.

Sottolineiamo,  tuttavia, che si tratta di reati DENUNCIATI, e non di quelli realmente commessi. Anche perché, un classifica del genere, sarebbe impossibile da realizzare (se ogni ladro venisse scoperto, nessuno più ruberebbe).


Brescia compare anche nella graduatoria delle città che hanno registrato una diminuzione dei reati rispetto al 2010: meno 0,4%, in tredicesima posizione dopo Reggio Calabria e Messina.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Criminalità: Brescia 20esima tra le città più insicure d'Italia

BresciaToday è in caricamento