menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Bimbo di 17 mesi ricoverato al Civile per un'intossicazione da hashish

Il bebè ha inalato per ore le "canne" che madre, compagno e un amico hanno fumato per ore all'interno di un'abitazione. Il piccolo, ricoverato in pediatria, non riusciva a dormire e continuava a vomitare

Ha corso un grave rischio un bambino marocchino di 17 mesi, ricoverato d'urgenza alcuni giorni fa nel reparto di rianimazione all'ospedale Civile di Brescia a causa di un'intossicazione da cannabinoidi, aggravata dalla somministrazione di una pastiglia di Voltaren. Ora le sue condizioni sono migliorate, ma per i genitori è scattata una denuncia e il piccolo è stato affidato ai servizi sociali.

Dagli accertamenti della squadra mobile della questura di Brescia, che ne ha dato notizia oggi, è emerso che il giorno precedente al ricovero la madre del piccolo, una marocchina di 38 anni, il compagno, un connazionale di 39, ed un 30enne brasiliano che li ospitava nel suo appartamento a Brescia, avevano consumato hashish in casa senza aprire le finestre per arieggiare le stanze. L'inalazione del fumo per gli investigatori è la causa dell'intossicazione del bambino.

Gli agenti hanno trovato nell'appartamento tracce di hashish, che i tre hanno ammesso aver consumato per l'intera giornata. La madre, il suo compagno ed il brasiliano sono stati denunciati per lesioni. Il caso è finito sulla scrivania della Procura dei minorenni di Brescia, perché si adottino provvedimenti per tutelare la salute del bambino.


 

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento