rotate-mobile
Martedì, 27 Settembre 2022
Cronaca

Perde la compagna durante il parto, attraversa l'Italia a piedi per donare un sorriso

Marta Lazzarin si è spenta lo scorso dicembre durante il parto, a soli 35 anni. Christian Cappello, il suo compagno, ha deciso di realizzare il loro progetto: girare l'Italia a piedi per beneficenza. La prossima settimana sarà nel bresciano per portare un sorriso ai bambini dell'Ospedale Civile.

Marta Lazzarin si è spenta lo scorso 29 dicembre all’ospedale di Bassano del Grappa, in provincia di Vicenza, durante il parto. Era alla ventisettesima settimana della sua prima gravidanza. Leonardo, così aveva deciso di chiamare il bimbo che portava in grembo, avrebbe dovuto nascere il 2 aprile.

E proprio il 2 aprile  è cominciato il cammino di Christian Cappello, il compagno della giovane donna, che a poche ore  dalla duplice tragedia ha  Twittato un messaggio straziante: "Amore, vedrai, sarai fiera di me, cercherò con tutte le mie forze di regalare sorrisi a chi più ne ha bisogno, proprio come facevi tu”.

Christian ha trasformato la rabbia e il dolore per la scomparsa della compagna in amore, sorrisi e speranza. Il suo nuovo scopo di vita è: “donare e fare del bene”. Ha fondato una Onlus, “Marta 4 kids” per raccogliere fondi da destinare alla ricerca sulla fibrosi cistica, e sta percorrendo l’Italia a piedi. Un viaggio di 324 giorni e 3973 km.

“Ho deciso di girare l'Italia a piedi, da nord a sud, per far conoscere le bellezze italiane spesso poco note, così come le malattie tanto rare quanto gravi per le quali neppure il governo riesce a finanziare abbastanza la ricerca per trovarne la cura”, spiega Christian sul suo Blog. 

Settimanalmente raggiunge gli ammalati e gli ospedali che trattano la fibrosi cistica, che affligge un bambino su 2500, per sensibilizzare alla donazione. “Ho scelto questa patologia - spiega -  perché si manifesta già dai primi mesi di vita dell’ammalato e la sofferenza dei nostri piccoli angioletti deve per lo meno alleviarsi.” 

Christian non cammina da solo, con lui ci sono Marta e Leonardo, ma sono tante le persone che condividono un pezzo di strada con lui. 

La prossima settimana il suo cammino di solidarietà attraverserà la nostra provincia.  Lunedì 11 aprile  arriverà a Desenzano, il giorno seguente raggiungerà Molinetto di Mazzano, mentre mercoledì sarà all’ospedale Civile di Brescia. Nessuna sosta: giovedì ripartirà per una nuova tappa e si fermerà a Ospitaletto, mentre venerdì giungerà a Palazzolo sull’Oglio. 

Passerà anche da Rezzato, comune nel quale i primi giorni di gennaio si è verificata una tragedia analoga. Chissà se anche  il marito di Giovanna Lazzari, la 30enne all'ottavo mese di gravidanza morta al Civile con la bambina che aveva in grembo, condividerà un pezzo si strada con lui.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Perde la compagna durante il parto, attraversa l'Italia a piedi per donare un sorriso

BresciaToday è in caricamento