menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
Foto d'archivio

Foto d'archivio

Si chiude in casa, poi s’imbottisce di farmaci: ragazza salvata appena in tempo

La madre, non avendo più sue notizie, ha dato l’allarme. Quando gli agenti della Locale e i Vigili del Fuoco hanno fatto irruzione nell’appartamento la giovane era svenuta nel letto.

Una ragazza di 24 anni ha cercato di togliersi la vita domenica pomeriggio a Brescia: si è chiusa in casa e ha ingerito tutti i farmaci che ha trovato. È stata salvata appena in tempo dal provvidenziale intervento, congiunto, di Polizia Locale e Vigili del Fuoco. Agenti e pompieri hanno forzato una finestra dell’appartamento, mentre venivano allertati i sanitari del 118. L’hanno trovata nel suo letto, ormai priva di sensi.

Tutto è accaduto domenica pomeriggio in un’abitazione del quartiere Chiesanuova. A far scattare l’allarme è stata la madre della giovane, che non aveva notizie della figlia da ore: il telefono suonava a vuoto e pure il campanello. La donna è quindi corsa al comando di Via Donegani spiegando di non riuscire a rintracciare la 24enne e raccontando tutti i suoi timori.

Dopo la segnalazione, sul posto si sono precipitati gli agenti della Locale e i Vigili del Fuoco: ottenuta l'autorizzazione dal magistrato, hanno forzato una finestra e sono entrati, trovando la 24enne svenuta nel suo letto. Infine la corsa in ospedale, dove la ragazza è arrivata appena in tempo: sottoposta alle cure del caso, i medici le hanno salvato la vita. Ora è ricoverata in una struttura specializzata, sotto stretta osservazione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
social

Il falso mito dell'acqua e limone da bere (calda) la mattina

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

BresciaToday è in caricamento