Cronaca

Fermato per un controllo, si scopre che è un ricercato internazionale

Viaggiava con il padre e una donna, entrambe senza documenti. Portati in caserma, si è scoperto tutto

Viaggiava tranquillamente in autostrada in compagnia del padre e di una donna, forte del fatto che aveva un documento falso. Un 30enne rumeno, ufficialmente senza fissa dimora, ha passato il Natale in carcere un ricercato internazionale fermato sabato mattina, 22 dicembre, mentre percorreva l'autostrada A4 a bordo di una Ford Mondeo. 

Fermato da una pattuglia della Polizia Stradale di Chiari per un normalissimo controllo nei pressi dello svincolo per la Tangenziale Sud di Brescia, l'uomo ha mostrato un documento di identità falso. Gli agenti però hanno scortato l'auto in caserma a Chiari perché gli altri due passeggeri erano sprovvisti di documenti. Una volta a Chiari si è scoperta la falsa identità del 30enne, per il quale è stato emesso un mandato di arresto europeo da parte dell’autorità giudiziaria della Romania per rissa aggravata, lesioni e furto, il tutto commesso nel 2016.

Da Chiari i tre stranieri sono stati trasferiti in Questura a Brescia, poi per il 30enne si sono spalancate le porte di Canton Mombello. Dopo il processo per falsificazione d'identità, l'uomo verrà rimpatriato in Romania. Rilasciati invece suo padre e la donna che li accompagnava. 

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Fermato per un controllo, si scopre che è un ricercato internazionale

BresciaToday è in caricamento