Lunedì, 20 Settembre 2021
Cronaca

Ubriaco, se la prende prima con due avvocati, poi con i carabinieri

Durante una serata ad alto tasso alcolico, un giovane ha avuto una colluttazione con due legali. Raggiunto dai militari, ha tentato invano di fuggire

Dal lago s'è spostato in città per la movida del centro nella serata di giovedì. Un bicchiere, due, tre, e la capacità di giudicare lucidamente la situazione è stata solo un ricordo. Un giovane 33enne di Desenzano, incensurato, ha passato una notte in camera di sicurezza in seguito ai disordini causati nella notte tra giovedì e venerdì. 

Dopo aver bevuto più del dovuto, attorno alle 23:30 il 33enne ha importunato un gruppetto di quattro persone, tra le quali due erano noti avvocati del foro di Brescia. Nella discussione animata che ne è seguita, ad uno dei legati è caduto il telefono, ed è iniziata una vera e propria colluttazione.  Quando il giovane ha iniziato a prendersela anche con altri testimoni, è arrivata una pattuglia dei carabinieri. 

Nonostante il tentativo di fuga, il 33enne è stato raggiunto e infine bloccato a fatica, dopo una nuova colluttazione questa volta con due militari. Tutti e tre sono finiti in ospedale per farsi medicare. Comparso davanti al giudice la mattina successiva, il giovane ha patteggiato una condanna di quattro mesi (con pena sospesa).

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Ubriaco, se la prende prima con due avvocati, poi con i carabinieri

BresciaToday è in caricamento