Cronaca Brescia 2 / Via Cefalonia

Vandali assaltano ex negozio di vestiti: tutto devastato, fuoco sulle scale mobili

Raid vandalici, sporcizia, degrado: il declino del negozio Carnevali di Brescia, chiuso dal 2019

Da tempio del capitalismo, mecca di ogni shopping addicted bresciana, a ricovero di fortuna per coloro che non hanno nemmeno un tetto sopra la testa. E non solo: è diventato anche il set delle esibizioni di bande di giovani vandali. È la nuova ‘destinazione d’uso’  del negozio Carnevali di via Cefalonia, in città. Un tempo - non troppo lontano - era il tempio della moda. Oggi - a quasi 3 anni dalla definitiva chiusura - sporcizia, degrado e distruzione la fanno da padrone.
 
Vetrine infrante, serrande imbrattate da scritte e tag. E ancora: bottiglie rotte, indumenti sporchi, feci umane, vomito e ciò che resta di un giaciglio improvvisato, proprio davanti a quella che una volta era la porta d’ingresso del paradiso dello shopping. Sotto ciò che resta della scritta del marchio, spunta un immenso murale, come a dire: “I nuovi padroni siamo noi”.

A prendere di mira l’imponente struttura, che sorge all’ombra dei grattacieli di Brescia Due, non sono solo sbandati e senzatetto. Pare che una nuova moda si sia diffusa tra i ragazzini della città: distruggere ciò che resta del negozio, dopo il fallimento del gruppo Abbigliamento Carnevali.

L'ex negozio Carnevali preso di mira dai vandali

I video - diffusi sui social - mostrano i roghi applicati all’interno, utilizzando cataloghi e scaffali, le vetrine distrutte, i controsoffitti divelti, gli specchi mandati in frantumi. Anche il parcheggio sotterraneo è stato letteralmente devastato: una parte della cancellata è stata tagliata, per ricavare un ingresso di fortuna, ma non si esclude che i vandali abbiano usato le scale antincendio per entrare. Sul cemento del piazzale giacciono le manichette antincendio sradicate dagli estintori e i quadri elettrici divelti.

Mentre cresce la preoccupazione di chi vive nei condomini adiacenti - e aumentano le segnalazioni alla polizia locale, intervenuta già parecchie volte per alcuni accertamenti -, tra poco più di un mese l’immobile andrà nuovamente all’asta. La precedente, avvenuta nell’aprile del 2021 era andata deserta. Il prezzo base  è parecchio più basso rispetto al precedente: da 7,4 milioni di euro è sceso a 3,5 milioni di euro. Gli acquirenti interessati dovranno però fare i conti con il degrado, la devastazione e i numerosi danni arrecati dai vandali che hanno compiuto numerose incursioni nell’ex tempio dell’eleganza cittadina. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Vandali assaltano ex negozio di vestiti: tutto devastato, fuoco sulle scale mobili
BresciaToday è in caricamento