rotate-mobile
Cronaca Contrada del Carmine

Insulti e botte alla polizia: a seminare il caos al Carmine sono due bresciani

La Questura fa chiarezza sull'episodio avvenuto al Carmine giovedì sera e poi finito su Facebook, sulla pagina "Brescia che non vorrei. Per due bresciani, di 19 e 24 anni, sono scattate le manette

BRESCIA. Il video era finito su Facebook, praticamente in diretta, sulla pagina “Brescia che non vorrei”: le urla, l'arrivo della Polizia, le manette, i rinforzi. Tutto documentato, a distanza, e poi raccontato nei dettagli da chi ha assistito la scena e poi postato le immagini girate intorno alle 21.30 di giovedì.

QUI IL VIDEO

Nella trada mattinata di sabato la Questura ha inoltrato una nota stampa sulla vicenda, in cui non si fa alcun accenno alla presunta lite tra un uomo e  una donna che sarebbe degenerata con lei che urla anche davanti alla polizia e lo accusa di averle messo le mani addosso.

Nelle poche righe inviate agli organi di stampa è descritto tutt'altro scenario: durante un servizio di controllo del territorio, due giovani bresciani, classe '94 e '97,  sono stati fermati dagli agenti del reparto prevenzione crimine per essere identificati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Insulti e botte alla polizia: a seminare il caos al Carmine sono due bresciani

BresciaToday è in caricamento