Venerdì, 24 Settembre 2021
Cronaca Centro / Via Spalto San Marco

Distrugge i monitor e picchia i poliziotti, poi ingerisce una lametta per suicidarsi

Attimi di panico giovedì pomeriggio a Canton Mombello: un uomo di circa 30 anni ha aggredito i poliziotti con una lametta, poi ha cercato di togliersi la vita

A quanto pare avrebbe aggredito gli agenti della Polizia Penitenziaria perché questi gli avrebbero negato una telefonata: ma le circostanze sono ancora da verificare. Sta di fatto che qualcosa è successo, qualcosa che poteva anche finire male.

Un detenuto di circa 30 anni, al carcere di Canton Mombello, nel tardo pomeriggio di giovedì ha dato di matto aggredendo i poliziotti e poi cercando pure di togliersi la vita. E' stato fermato appena in tempo grazie al pronto intervento degli agenti.

E' successo tutti in pochi attimi: a seguito della presunta telefonata negata l'uomo si è lanciato contro gli agenti armato di una lametta da barba. Ha poi distrutti alcuni monitor della sala di videosorveglianza, se l'è presa con i neon alla parete, ha minacciato di lanciare un estintore.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Distrugge i monitor e picchia i poliziotti, poi ingerisce una lametta per suicidarsi

BresciaToday è in caricamento