Mercoledì, 16 Giugno 2021
Cronaca Centro / Via Spalto San Marco

Incendio in carcere, lamette alla gola e bomboletta di gas: "La faccio esplodere"

Tensione e disordini al carcere di Canton Mombello di Brescia: quattro detenuti mettono a ferro e fuoco alcune celle dell'istituto penitenziario. La denuncia del sindacato di Polizia

Disordini e panico a Canton Mombello. Questo è quanto scrive la Cgil in merito alla serata ad alta tensione in scena nel carcere cittadino: disordini, minacce, il rischio di un incendio ed episodi di autolesionismo. Tutto è successo lunedì: per il sindacato della Polizia Penitenziaria si sono trattati di veri “attimi di terrore”.

La cronaca: un detenuto si è barricato nella sua cella, dando fuoco agli oggetti presenti all'interno. Altri tre detenuti, già noti in passato per comportamenti violenti, minacciavano di tagliarsi le vene e ingoiare lamette da barba, oltre a detenere una bomboletta di gas con la minaccia di farla esplodere.

Scene da film, ma tutt'altro che da rivedere: trambusto, fuoco e fumo, le grida dei detenuti spaventati dall'ipotesi che l'incendio potesse divampare in tutta la struttura. Solo il sangue freddo dei pochi poliziotti penitenziari presenti ha permesso di riportare la calma, e non senza fatica.

I quattro detenuti provocatori erano già conosciuti per aver creato problemi anche in altri istituti di reclusione: da poco trasferiti a Brescia, saranno trasferiti di nuovo. L'affondo della Cgil: “A Canton Mombello la situazione è ormai ingestibile sotto i profili della sicurezza, dell'ordine e della disciplina. E quelli che rischiano sono sempre i lavoratori”.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Incendio in carcere, lamette alla gola e bomboletta di gas: "La faccio esplodere"

BresciaToday è in caricamento