Venerdì, 14 Maggio 2021
Cronaca San Polo / Via Borgosatollo

Polizia accerchiata al campo Rom: la risposta in una maxi retata

L'operazione condotta dalla Polizia di Stato al campo Rom di Via Borgosatollo in città ha portato all'identificazione di 50 persone e a 5 denunce: "Nel Bresciano non esistono zone franche per la criminalità"

Campo rom di via Borgosatollo

In altre città i campi rom possono essere considerati zone franche, ma non a Brescia. Sarebbe questo il senso e il significato della retata effettuata lunedì notte al campo rom di via Borgosatollo, dagli agenti della stradale di Montichiari e dal personale della Volante, con il supporto della squadra mobile, degli agenti dell'immigrazione e della scientifica.

Un'operazione giustificata da un episodio verificatosi la scorsa domenica notte. Una pattuglia della stradale di Montichiari stava, infatti, inseguendo un'auto rubata (una Opel Zafira Grigia), poco dopo le 20, nella zona della stazione. Al volante dell'auto c'era un kosovaro, classe '88, senza patente e con una lunga lista di reati alle spalle. Il malvivente stava fuggendo verso San Zeno e, quando si è accorto di avere la Polizia alle calcagna, ha improvvisamente cambiato rotta dirigendosi, a tutta velocità, verso il campo nomadi. Una volta arrivato, l'uomo ha proseguito a piedi la fuga, scappando verso la tangenziale. Gli agenti sono stati bloccati da alcuni abitanti del campo, che li hanno circondati, impedendogli di acciuffare il malvivente.

Così, alle 13.20 di lunedì, una ventina di forze dell'ordine si è presentata al campo, abitato prevalentemente da kosovari, e ha radunato i presenti nel piazzale per le operazioni d'identificazione. Il ladro d'auto, un kosovaro classe '88, è stato riconosciuto e denunciato per furto  e ricettazione. I.R., queste le iniziali, ha alle spalle una lunga serie di reati e denunce -  per furti, rapine ed estorsioni -  e nel 2013 è stato condannato in via definitiva per guida senza patente.

L'uomo verrà espulso a breve, perché la sua richiesta di rinnovo del permesso di soggiorno era già stata rifiutata ed era a Brescia da clandestino. Altre 3 persone sono state denunciate per favoreggiamento personale ed una donna per clandestinità.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Polizia accerchiata al campo Rom: la risposta in una maxi retata

BresciaToday è in caricamento