Indagine antidiscriminazioni sul campo sinti di via Orzinuovi

L'Ufficio nazionale antidiscriminazioni razziali che fa capo alla Presidenza del Consiglio sta indagando sulla situazione dei nomadi presenti a Bresci, dopo che la comunità ha denunciato la presunta intenzione del Comune di cancellarla dall'anagrafe

L'Unar, l’Ufficio nazionale antidiscriminazioni razziali che fa capo alla Presidenza del Consiglio, sta indagando sulla situazione dei nomadi bresciani, in modo particolare dei Sinti, dopo che nei giorni scorso era arrivata una pesante denuncia da parte della comunità di via Orzinuovi, secondo la quale il Comune di Brescia starebbe cercando di cancellare dall'anagrafe le persone presenti nel campo.

Campo sinti di via Orzinuovi, il Comune di Brescia butta via 156.000 euro

Intanto, si avvicina il momento della chiusura del campo fissato dalla Loggia per il 29 di questo mese. Le famiglie presenti, tuttavia, non sembrano intenzionate a lasciare le abitazioni, nonostante il Comune abbia messo a disposizione 4.500 € per chi voglia cercarsi una nuova sistemazione, più sei casette nel campo Rom di via Borgosatollo e tre alloggi dell’Aler. La situazione, per fine mese, si annuncia incandescente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Manifestazione Io Apro: il 15 gennaio ristoranti aperti contro la nuova stretta

  • Ragazzino in ospedale col femore rotto: «È stato il padre di un mio coetaneo»

  • Svolta per entrare in azienda e viene centrato da un'auto: addio a camionista 48enne

  • Cerca di stuprarla nei campi, lei lo morde alla lingua e riesce a scappare

  • Dimagrire si può con la dieta del riso

  • Focolaio colpisce alcune famiglie in paese: decine di contagi

Torna su
BresciaToday è in caricamento